Matteo Gentili (26 anni) Milano

Caio, io volevo scrivere a parlare direttamente ad Orlando, sono un ragazzo di Milano Italia, ho 26 anni. Conosco Dalida sin da quando sono piccolo, sono praticamente cresciuto con le sue canzoni sentendo parlare di lei grazie alla mia mamma. Per me Dalida non è solo un mito, diventato mito per il semplice fatto che sia morta... è un mito per tutto ciò che ha fatto artisticamente parlando ma sopratutto una donna decisa, forte con un trascorso di vita particolarmente sofferto, ma che ha saputo essere forte e sorridere al pubblico e alla vita fino all'ultimo, nascondendo a tutti il suo stato d'animo e la sua fragilita che l'ha portata a compiere un gesto cosi grande. Io avrei voluto essere ragazzino nel periodo di dalida... per poterla vedere in tv e ascoltarla... ma fa lo stesso per me dalida è ancora viva... ho molte discografie una collezione intera di video partecipazioni tv film e ogni volta sembra sempre una diretta sembra di rivivere dalida, che sia li sul palco. parlo e dico tutto perche amo dalida, ma non amo solo l'artista dalida, ma amo yolanda gigliotti. Ho visto il film fiction con Sabrina ferilli e ne sono commosso... molto veritiero e bello... continuo a rivederlo. Vorrei avere un contatto con Orlando perche è stato l'unico a conoscere Yolanda veramente e a stargli più vicino di tutti e poter parlare con lui per me sarebbe come poter parlare direttamente con il mio amore yolanda. Per me sarebbe un grande onore poter essere considerato e ricevere una risposta dal grande Orlando. un saluto e un abbraccio Matteo
Matteo Gentili (26 anni)
Milano

Riccardo De Falco (25 anni) Salerno

Grazie Dalidà,non c'è giorno della mia vita in cui non penso a te.Se sono triste,se sto male,se ho perso ogni speranza,basta una tua canzone a farmi guarire,a ridarmi la speranza.Una piccola parte di te vive e vivrà sempre in me.Je t'aime,Dali Grazie per avermi dato tanto...
Riccardo De Falco (25 anni)
Salerno

Angello AIiello (55 anni) Serrastretta

Rimango sempre stupito dai giovani che a 26 anni dalla morte d Dalida la conoscono e imparano ad amarla. Io la conosco dalla mia infanzia, quando fanciullo di pochi anni non capivo chi era questo personaggio col nome strano che veniva in visita nel mio paese. Era il 5 aprile 1962 il personaggio che venne a Serrastretta era Iolanda Cristina Gigliotti in arte Dalida. La vidi a distanza senza capirci molto. Da giovane imparai a conoscerla ed a riconoscere la sua voce nelle canzoni sentite per radio e televisione. Quando nominavo il nome del mio paese alla gente, spesso mi sentivo rispondere: ....Serrastretta, ilpaese di Dalida. Da socio e poi segretario dell'Associazione Dalidà, si con l'accento sulla a, ho imparato ad amarla scoprendo la stima e l'ammirazione che riscuoteva da viva e riscuote ancora. Solo ieri ho accompagnato una comitiva di persone a visitare la Casa museo Dalida distraendomi da pensieri non sempre positivi e ricevendo la gratificazione per aver calamitato l'interesse sulla nostra Iolanda che per il suo vissuto e per la sua strabiliante carriera artistica si colloca tra le figure mitiche della storia artistica.

Salvatore Rino (65 anni) Roma

Dalidà è sempre nel mio cuore e...non so spiegare perchè..!! probabilmente la mia infanzia e le mie più belle storie d'amore, sono legate alle sue stupende canzoni!! il 30 aprile sono venuto a Parigi con mia sorella per l'inconro annuale..è stata la prima volta e sono stato stupendamente,come se Iolanda Gigliotti,detta Dalida,fosse ancora Viva!! Bravissimo Thierry nell'organizzare la giornata e ottima cena con le bellissime canzoni. Il prox anno,sicuramente,ci tornerò.Ciao Dalidà e baci da Roma Rino,Salvatore e Liliana

Riccardo Miccichè (28 anni) Agrigento

Cara Dalida. ti ho conosciuta grazie a Paolo Limiti nel 1997 circa e c'era qualcosa di strano che ho provato quando è finita la puntata.avvertivo una specie di vuoto.era come se mi dicessi:chissà adesso quando rivedrò sullo schermo questa donna cosi affascinante.i miei genitori dicevano che ti eri tolta la vita e non sapevano in che modo...dicevano che ti chiamavi Yolanda Gigliotti ma non sapevano con quale I Si scrivesse.dicevano che il tuo nome d'arte era Dalida e io inizialmente capivo Dalila...quando 2 anni dopo rifecero la trasmissione,io di istinto la registrai su musicassetta appoggiando lo stereo alla tv...vedendo Dalida Piangere con quegli occhioni belli,vedere l'espressività del suo volto,la tenerezza dei suoi fratelli che la proteggevano io non facevo altro che risentire quella cassetta perchè la fine della puntata ancora una volta mi aveva reso triste. Volevo un tuo disco,una tua immagine,ma non trovavo nulla. Un giorno,il 4 Maggio 2001 andai dal rivenditore di cd della mia città e trovai un cd di Dalida!!!ero felicissima!lessi la sua vita e scoprii che era andata via il 3 Maggio 1987!andai subito sul sito,cominciai a leggere la sua biografia,ad attaccarmi le sue foto nella mia stanza,e anche il mio ragazzo impazzì per lei!comprammo tanti cd dal Signor Orlando,scrissi delle lettere per lei al signor Orlando che fu tanto gentile sempre con noi,contattai altri fans che stimiamo tantissimo e lessi migliaia di testimonianze di giovani.comprai Ciao ciao bambina libro,Catherine Rihoit che traduciamo spesso,e vorrei tanto Ma tante Dalida. Comprammo anche quel bellissimo giornale Dalida forever che ora vorremmo riprendere perchè è un capolavoro,davvero e inoltre io decoro sempre le pagine dell'agenda per lei.è bellissima e ci arrabbiamo moltissimo se sentiamo qualche persona che nelle interviste si comporta scorrettamente con lei.moltissime persone amano Dalida e magari per varie circostanze quando lei era viva non hanno potuto parlare con lei e magari quelli che le hanno parlato alcune v! olte l'h anno fatta innervosire e non è giusto. hanno rubato il posto ai veri fan.inoltre se veramente fossero stati dei veri fans avrebbero conosciuto le cose che aveva passato Dalida e quindi che bisogno c'era di chiedere?Ci vuole sempre rispetto per lei perchè ha diffuso dei bellissimi sentimenti e ha avuto la mente aperta perchè ha detto che dobbiamo amarci tutti indipendentemente dalla differenza di età e dal sesso. Bravissima,Dalida.Da Vale e Ricky

Ferri Alessandro (32 anni) Roma

E' bastato vedere la sua immaggine in tv per una volta e Dalida è entrata nella mia vita e nelle orecchie dei miei sconsolati amici. Mi chiedo come la magia di questa donna possa ancora oggi far innamorare molte persone in tutto il mondo, e quante delle artiste in auge abbiano il suo talento e la sua classe . Non possiamo quindi che imparare da Dalidà certi che non verrà mai dimenticata.

Gabriele Cavalca (38 anni) Parma

Dalida, una passione nata per caso dieci anni fa, lontano dai momenti d'oro della sua popolarità, lontano dalle più recenti trasmissioni (ancora troppo poche!) che l'hanno riportata al pubblico italiano. Perchè è successo questo? Forse perchè Dalida non è stata solo un "prodotto" per l'industria musicale (come troppo spesso accade oggi) ma è, e sottolineo "è", una vera artista: non era perfetta (come forse qualcuno a lei vicino l'ha sempre voluta.......) ma era perfettamente incredibile! Mi troverei a ripetere centinaia di frasi affettuose già dette dai numerosi ammiratori, ma Dalida resta per me veramente un'artista dal fascino irresistibile: le sue mani tra i capelli, i suoi occhi ora pieni di gioia, ora di sofferenza, ora di smarrimento; la sua discrezione, genuinità, intelligenza e coraggio durante le interviste; la presenza scenica, la voglia di rinnovarsi continuamente in 40 anni di carriera...... ma come fare a racchiudere Dali in un insieme di parole??? Non è possibile, Dalida rimane "unica" e inconfondibile come il nome che il destino ha voluto donarle: Dalida, c'est tout!

Paolo Carli - Treviso

Il primo disco entrato in casa mia fu "La danza di Zorba"; trascinato da mio padre ti amai in silenzio. Così fu per la tua vittoria a Canzonissima. Piansi a Sanremo, ma ti amai ancora di più. Poi il silenzio. Però mi chiedevo dov'eri e la notizia che ci hai fregato tutti fu ancora un amore vissuto in silenzio..... ma hai voluto andartene ed il mio silenzio è diventato grido!

Natale Maione (37 anni) Milano

Dalida ha da sempre rappresentato - e tuttora rappresenta - l'essenza stessa delle emozioni più profonde che fanno parte di me. Ogni sua canzone esprime e fa provare gli stessi attimi di freschezza, gioia, sofferenza, delusione, rimpianto che segnano dal principio alla fine una storia d'amore. Ne ho seguito con lo stesso discreto silenzio che lei tanto amava ogni suo passo, sia pubblico sia privato, quando regnava sovrana incontrastata il palcoscenico stesso della sua esistenza. Ne continuo a seguire, ancora adesso e con altrettanto discreto silenzio, la sua memoria, viva ancora oggi dopo quindici anni, a testimonianza del suo immenso amore per la vita stessa. E non importa di quale forma di vita si tratti: Yolanda è ieri, oggi, e domani. Ti voglio bene, Dali. Non ti dimenticherò mai.

Carol Lauro (29 anni) Roma

Dalida accompagna tutta la mia giornata attraverso le sue canzoni.........la musica che scopro e riscopro......! è ormai parte di un qualcosa che penso non si possa spiegare ma, che tutti i fan possono ben comprendere! e allora che dire sono contenta di essere con il fan club a parigi il prossimo 4 maggio, per la mia prima volta! Ciao Ciao bambina!
Più passa il tempo e più la mia ammirazione, passione e incredibile vicinananza a Dalida cresce!

Fan club

club

Mise à jour

miseajour

Discographie

dizscographie

Biographie

Biographie officielle Dalida

Paroles de chansons

parolesdechanson